Stato delle varie tipologie nei 3 campi sperimentali al 21 maggio 2017

Cominciamo i primi articoli di confronto tra le varie specie di uva che sono state messe a dimora nei tre campi sperimentali.

Barbatelle del campo sperimentale di Drogne

Qui il Solaris del 3° anno (come si può vedere dalla foto qui sotto) ha i germogli lunghi circa 15 cm. Per ogni germoglio si possono trovare 3 grappoli. Le piante sono sane e questa settimana verrà effettuata la potatura verde per l’impostazione della ramificazione: verranno conservati solo i 4 germogli più in alto, eliminando tutti quelli superflui, come consigliato dal “Manuale di potatura della vite” di Marco Simonit; il tutto pr impostare al meglio il Guyot singolo che dal prossimo anno porterà le piante in produzione.

 

Il Solaris del 2° anno, ha uno sviluppo non omogeneo in tutto il campo sperimentale; si osservano numerose piante con 4 o più foglie distese, molte piante con due foglie distese, alcune però con ancora le foglie chiuse. Qui si attenderà che i germogli siano lunghi almeno 20-25 cm e poi si andranno a scegliere i due germogli che rispettino il manuale sopra citato per la formazione del fusto verticale.

Lo Julius, il Soreli e il Sauvignon Kretos stanno bucando la cera e le gemme si stanno schiudendo.

Il prototipo RES F22  ha già disteso due foglie e tutte le piante hanno bucato la cera.

Il prototipo RES F26  ha un 50% delle piante con una foglia distesa, 30% delle piante con le gemme che han bucato la cera e un 20% con le gemme che ancora non sono uscite.

Barbatelle del campo sperimentale di Pradas

Nel campo sprimentale di Pradas sono state messe a dimora, a metà maggio, altre 200 barbatelle di Solaris  su Kober 125 AA, che, logicamente, non hanno ancora bucato la cera.

Il Sauvignon Kretos , lo Julius e il  Soreli stano bucando la cera e le gemme si stanno schiudendo (come nel campo sperimentale di Drogne). In questo caso, nonostante i 100 metri di altitudine di differenza, non si riscontrano sostanziali differenze tra le varie fasi fenologiche delle tre tipologie (tenendo conto che le date di impianto quasi coincidono).

Il RES F22  è leggermente in ritardo rispetto a quello messo a dimora nel campo sperimentale di Drogne: qui si osserva una sola foglia distesa.

 Barbatelle del campo sperimentale di Tavarons

Qui, a 1.100 metri di quota, è stato impiantato solo il Solaris . Le piante del 3° anno presentano i germogli lunghi circa 7-8 cm e grappoli ben in vista. Anche qui si effettuerà tra crica 2 settimane la potatura per impostare la ramificazione, per il successivo Guyot.

Le piante di Solaris  del 2° anno, invece, presentano due foglie distese. Anche qui vi è molta variabilità all’interno delle fasi fenologiche: infatti se le piante più precoci presentano due foglie distese, si osservano anche piante che devono ancor aprire le foglie.

Impiantati lo Julius, il Sauvignon Kretos, il Soreli e il RES F22 anche a Pradas. Prime foglie distese per il Solaris .

Sono stati impiantati presso il campo sperimentale di Pradas il prototipo RES F22 il 04.05.2017 e il 13.05.2017, il Sauvignon Kretos il 09.05.2017, lo Julius il 10.05.2017 e il Soreli l’11.05.2017.

Il RES F22 ha già schiuso la gemma, mentre al 14.05.2017, il Solaris , sia presso il campo sperimentale di Pradas che in quello di Tavarons hanno già schiuso le gemme ed in alcuni casi si presenta già la prima foglia distesa.

Qui sotto trovate alcune foto degli impianti in Pradas e dello stato del Solaris in Pradas e Tavarons.

Al 14.05.2017 anche nel campo sperimentale di Drogne si è assistito alla distensione delle foglie. Complice il caldo afoso degli ultimi due giorni (alternati a numerosi acquazzoni), hanno fatto schiudere circa l’80% delle gemme.

Qui sotto trovate alcune foto relative alle piante di Solaris del secondo anno di impianto. Inoltre anche il prototipo RES F26, messo a dimora ai primi di aprile 2017, ha cominciato a bucare la cera.

Messa a dimora dello Julius, del Soreli e del Sauvignon Kretos nel campo sperimentale di Drogne

Nelle giornate del 06 e del 07 maggio 2017 sono state messe a dimora tutte le piante di Julius, Soreli e Sauvignon Kretos acquistate presso i Vivai Cooperativi di Rauscedo.

Lo Julius e il Sauvignon Kretos sono stati scelti con portainnesto K5BB, mentre per il Soreli si è scelto di utilizzare l’SO4.

Le gemme del prototipo RES F22 (a bacca nera) hanno cominciato ad aprirsi  sia nel campo sperimentale di Drogne che in quello di Tavarons, “bucando” la cera di protezione. Nonostante il tempo non proprio favorevole, le piante hanno comunque risposto bene all’impianto. Tutte le piante hanno attecchito.

Infine le piante di Solaris messe a dimora nel 2015 hanno cominciato anch’esse ad aprirsi e a mostrare anche le prime foglie e i primi futuri grappoli.

Dati meteo aprile 2017

Il mese di aprile 2017 è stato caratterizzato da una prima parte con cielo uggioso e piogge deboli (soprattutto il 04 e il 05). Durante questa prima parte di mese, e fino a poco dopo la metà, si è assistito a minime notturne sempre positive, con valori oscillanti tra i +4°C e i +6°C.

Dopo il 05 abbiamo riavuto per circa 15 giorni tempo stabile.

Nelle notti del 19, 20, 21 aprile vi è stata una forte gelata primaverile con temperature che sono scese anche fino a -3,0°C. Questo fatto, ampiamente previsto dai meteorologi, ci ha spinto a coprire tutte le piante, che avevano le gemme che si stavano schiudendo, coi tre sistemi di protezione già descritti in un precedente post. Non avessimo fatto ciò, probabilmente tutte le gemme sarebbero bruciate.

La fine del mese è stata caratterizzata da forti piogge (in tre giorni sono caduti circa 100 mm) e con temperature minime notturne prossime a 0°C.

La radiazione solare media è stata di  184,8 W/mq.

Dati meteo aprile 2017 – Stazione meteo di Drogne

Dati meteo aprile 2017 – Stazione meteo di Pradas

Dati meteo aprile 2017 – Stazione meteo di Tavarons

Radiazione solare Aprile 2017  – Stazione meteo di Drogne