Prime considerazioni sulla fioritura del Solaris nel 2018

Le prime considerazioni che possono essere fatte, osservando il periodo di fioritura delle piante, è che la stagione vegetativa, rispetto al 2017, è leggermente in ritardo (cosa anomala, vedendo i dati sul sito dell’ ERSA FVG). Lo scorso anno il Solaris aveva fiorito circa 7 giorni prima: molto probabilmente l’andamento climatico di maggio, piovoso per la quasi totalità dei giorni, ha influito in questo ritardo.

Cosa positiva, invece, che, nonostante le numerose giornate di pioggia, non sono stati eseguiti trattamenti su nessuna delle otto varietà messe a dimora, in tutti e quattro i campi sperimentali.

Altra cosa interessante da osservare è i ritardo di fioritura tra le piante dello stesso anno messe a dimora e 860 m. e quelle impiantate  a 1.100 m. : con 240 m. di differenza altimetrica, il ritardo, quest’anno, si attesta attorno ai 6 giorni.

Qui di seguito pubblichiamo un parallelo tra la piena fioritura nel campo sperimentale di Drogne (primo scatto, foto del 18.06.2018) e l’inizio della fioritura nel campo sperimentale di Tavarons (secondo scatto,foto del 20.06.2018).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *