Eseguita la potatura di formazione presso il campo sperimentale di Cella

Nella giornata di domenica 24.03.2019 è stata eseguita la potatura anche nel campo sperimentale di Cella, a Forni di Sopra.

Tutte le piante sono state riportate a due gemme per permettere un buon accrescimento del fusto.

Qui sotto alcune foto dei scattate durante i lavori.

Eseguita la potatura e la legatura su tutte le piante dei tre campi sperimentali

Nelle giornate di sabato 16 e di domenica 17 marzo 2019 abbiamo eseguito le potature e le legature.

Ci siamo concentrati il sabato sulle potature (vista la giornata calda) e la domenica, invece, alla legatura (era una giornata umida e a tratti piovosa).

Nel campo sperimentale di Drogne, a 865 m. di altitudine) abbiamo impostato quasi la totalità delle piante a cordone speronato doppio.

Nel campo sperimentale di Pradas (940 m. di altitudine) e in quello di Tavarons (1.100 m. di altitudine), abbiamo fatto i Guyot.

Ci siamo resi conto che per la formazione di un buon piede, in molte viti abbiamo dovuto tornare a due gemme: questo perché il freddo delle montagne non permette una crescita similare a quella in collina e in pianura: abbiamo deciso che preferiamo, su certe piante, aspettare ancora un anno, per poi avere delle piante sane per diversi lustri.

Un ringraziamento va a tutti i miei collaboratori: Flavio De Santa, Michele Bona,  Emanuele Billio, Federico Fantin, Filiberto Fantin, Giulio Sala e anche ad Enzo Bellitto, valido collaboratore, anche se solo per un giorno.

Qui di seguito trovate una bella carrellata della “due gironi di potatura 2019”.

Grazie a tutti.

Roberto

« 1 di 2 »

Dati meteo febbraio 2019

Il mese di febbraio è stato caratterizzato da una piovosità molto al di sotto della media, (sono caduti soltanto 63,0 mm di acqua, sotto forma nevosa.

Le temperature minime sono scese al sotto dei -6,2° C. (campo di Pradas e di Drogne) e le temperature massime non hannoraggiunto, al massimo, i 18,0° C. (nel campo sperimentale di Drogne).

Analizzando tutti i grafici abbiamo riscontrato i seguenti dati:

Non si analizzano dati di probabilità di oidio, botrite e peronospora, perché privi di senso in questa fase dormiente della stagione.

Temperatura massima presso il campo sperimentale di Drogne: 18,0°C.

Temperatura minima presso il campo sperimentale di Drogne: – 6,2°C.

Temperatura massima presso il campo sperimentale di Pradas:15,9°C.

Temperatura minima presso il campo sperimentale di Pradas: – 6,2°C.

Temperatura massima presso il campo sperimentale di Tavarons: 16,7°C.

Temperatura minima presso il campo sperimentale di Tavarons: – 5,2°C

Temperature mese di  febbraio2019 – Stazione meteo METOS di Drogne

Precipitazioni mese di  febbraio 2019 – Stazione meteo METOS di Drogne

Dati meteo febbraio 2019 – Stazione meteo di Pradas

Dati meteo febbraio 2019 – Stazione meteo di Tavarons

Consegnata in Regione FVG la richiesta di inserimento di tre nuove varietà e di nuovi campi sperimentali in comune di Forni di Sotto (UD) e di Sutrio (UD)

Oggi, 05 marzo 2019, è stata inviata via PEC, alla Regione Friuli Venezia Giulia, la richiesta di impianto delle tre nuove varietà (Bronner, Johanniter e Souvignier Gris) e dei nuovi campi sperimentali che si creeranno quest’anno nei comuni di Forni di Sotto (UD) e di Sutrio (UD).

Qui sotto trovate la copia della richiesta firmata.

RICHIESTA DI MODIFICA PROGETTO SPERIMENTALE “PROGETTO SOLARIS” CON INSERIMENTO DI NUOVE VARIETA’ (BRONNER, JOHANNITER E SOUVIGNIER GRIS) E DI NUOVE SUPERIFICI VITATE IN COMUNE DI FORNI DI SOTTO (UD) E DI SUTRIO (UD) [FORMATO PDF]

Iniziati i lavori di preparazione del terreno presso il nuovo campo sperimentale di “Perar” a Sutrio (UD)

Oggi sono incominciati i lavori di sistemazione del terreno presso il nuovo campo sperimentale di “Perar” a Sutrio (UD), alle pendici del monte Zoncolan.

In questo campo sperimentale verranno messe a dimora 150 piante di Souvignier Gris. Si tratta del primo campo sperimentale lungo tutta la Valle del But e il primo impianto di Souvignier Gris autorizzato sperimentalmente in Regione Friuli Venezia Giulia.

Verrà seguito in toto dal dott. Emanuele Billio, enologo.