Imbottigliato il Solaris 2018

Oggi è stata una giornata importante per il progetto, perchè abbiamo imbottigliato la prima annata di Solaris, prodotta del 2018.

Abbiamo utiizzato, a scopo di test, tre tipologie di tappo, tutte di ottima qualità, per cercare di ottenere il massimo della conservazione del vino nel tempo. Sono stati utilizzati tappi Amorim in sughero monoblocco di prima qualità, tappi Nomacorc Reserva 300 e tappi DIAM 10.

Il Solaris è stato imbottigliato con un grado alcolico prossimo ai 13,0%vol. e con un acidità attestatasi a 7,30 g./l. .

Il vino è stato riposto in cantina in attesa delle degustazioni di fine sperimentazione da parte degli esperti.

Dati meteo maggio 2020 – Nuovi dati dai nuovi sensori

Il mese di maggio è stato un mese con piovosità e con temperature nella norma per il periodo. Durante questo periodo ha piovuto per 11 giorni su 31 e sono caduti al suolo circa 119 mm di pioggia. 

Le temperature minime, sopra la media del periodo, (mai scese sotto lo zero) nei tre campi sperimentali sono state: 2,40 ° C presso Drogne il 03 maggio 2020, 2,70 ° C a Pradas il 03 maggio 2020 e 2,70° C in Tavarons, sempre il 03 maggio 2020.

Le massime , invece, sono state in linea con quelle del mese : 22,80 ° C in Drogne il 17 maggio 2020 , 21,80 ° C in Pradas il 17 maggio 2020  e 21,80 ° C in Tavarons il 20 maggio 2020  .

Per cercare di dare una più accurata e documentata situazione climatica, per descrivere meglio anche l’acclimatamento e la reazione delle piante ai luoghi di impianto, presso il campo sperimentale di Drogne, abbiamo installato, sulla stazione meteo già presente,  un radiometro professionale e, dal 30 maggio 2020, anche un anemometro, il tutto con la grande qualità della Metos. Quest’ultimo ci permette di calcolare anche l’evapotraspirazione giornaliera, cioè la grandezza fisica consistente nella quantità d’acqua (riferita all’unità di tempo) che dal terreno passa nell’aria allo stato di vapore per effetto congiunto della traspirazione, attraverso le piante, e dell’evaporazione, direttamente dal terreno. 

Il picco massimo di radiazione solare lo abbiamo ottenuto il 18 maggio 2020 con un valore di 1100 W/mq.

Analizzando tutti i grafici abbiamo riscontrato i seguenti dati:

Vi è stato un rischio Antracnosi per 5 giorni al 100% di infezione grave, per 5 giorni al 100% infezione moderata e per 5 giorni al 100% infezione leggera.

Il rischio Black Rot è stato per 3 giorni al 100% di infezione leggera.

La botrite ha presentato un rischio superiore al 75% per 9 giorni su 31.

Il rischio da infezione di Phomopis è stato di 2 giorni al 100% di infezione grave, di 3 giorni al 100% di infezione moderata e di 3 giorni al 100% di infezione leggera.

L’oidio non ha presentato alcuna giornata di rischio di manifestazione della malattia.

Per quanto riguarda la Peronospora, invece, si è riscontrato un solo giorno, nel ciclo primario con rischio di infezione sul grappolo.

Temperature e radiazione solare mese di maggio 2020 – Stazione meteo METOS di Drogne

Accrescimento fogliare mese di maggio 2020 – Stazione meteo METOS di Drogne

Evapotraspirazione giornaliera mese di maggio 2020 – Stazione meteo METOS di Drogne

Bagnatura fogliare mese di maggio 2020 – Stazione meteo METOS di Drogne

Velocità del vento – mese di maggio 2020 – Stazione meteo Metos di Drogne

Precipitazioni mese di maggio 2020 – Stazione meteo METOS di Drogne

Rischio Antracnosi mese di maggio 2020 – Stazione meteo METOS di Drogne

Rischio Black Rot mese di maggio 2020 – Stazione meteo METOS di Drogne

Rischio Botrite mese di maggio 2020 – Stazione meteo METOS di Drogne

Rischio infezione Phomopsis mese di maggio 2020 – Stazione meteo METOS di Drogne

Rischio Oidio mese di maggio 2020 – Stazione meteo METOS di Drogne

Rischio Peronospora ciclo primario mese di maggio 2020 – Stazione meteo METOS di Drogne

Rischio Peronospora ciclo secondario mese di maggio 2020 – Stazione meteo METOS di Drogne

Rischio Tignola mese di maggio 2020 – Stazione meteo METOS di Drogne

Dati meteo maggio 2020 – Stazione meteo di Pradas

Dati meteo maggio 2020 – Stazione meteo di Tavarons

Stato del Solaris presso il campo sperimentale di Cella

In questo campo abbiamo assistito ad un leggero ritardo dello sviluppo fogliare, forse dovuto alla vicinanza con fiume Tagliamento, che fa sì che le viti siano spesso interessate da vento freddo.
Le piante, dopo un po’ di ritardo, ai primi caldi pre estivi, hanno comunque recuperato lo stato fenologico e si può dire che lo sviluppo è in linea con gli altri anni.

Non si sono riscontrati danni da gelate o eventuali manifestazioni di malattie, nonostante, durante questo ultimo periodo, le precipitazioni sono state copiose.

Qui sotto alcune fotografie.

 

Stato del Solaris al 06 giugno presso il campo sperimentale di Drogne

Pubblichiamo qui di seguito una gallery con lo stato delle piante di Solaris presso il campo sperimentale di Drogne, a Forni di Sotto, a 865 m. di altitudine.

Pubblichiamo le foto delle vigne di due anni, di quattro anni e di cinque anni.

Al momento la fioritura non è ancora iniziata.

Le piante si presentano in ottima salute e anche quast’anno non abbiamo ancora eseguito alcun trattamento.

Imbottigliamento dell’ annata 2018 di Solaris

Oggi, dopo un consulto durato circa un’ora e mezza presso la sede dell’ Enologica Friulana, con il dott. Enologo Paolo Valdesolo e il dott. Nicola Macrì, si è deciso  di imbottigliare, tra qualche giornom il vino prodotto nell’ annata 2018 da uve Solaris nei nostri campi sperimentali.

Il vino verrà conservato ad esclusivo uso degustativo.

 

Stato delle piante a Pradas e Tavarons

Prosegue lo sviluppo fogliare delle varietà presso i campi sperimentali di Pardas e Tavarons.

SOLARIS – CAMPO SPERIMENTALE DI PRADAS (940 M.)

SORELI – CAMPO SPERIMENTALE DI PRADAS (940 M.)

SAUVIGNON KRETOS – CAMPO SPERIMENTALE DI PRADAS (940 M.)

RES F22 – CAMPO SPERIMENTALE DI PRADAS (940 M.)

SOLARIS – CAMPO SPERIMENTALE DI TAVARONS (1.100 M.)